sabato 21 aprile 2012

Progetto: 100 banchi per Morrumbene

Quanto è lontano il Monzambico? E Morrumbene, dov’è Morrumbene?
Se non ci fossero persone come don Piero Marchetti Brevi che mollano tutto e vanno a servire gli ultimi, noi sapremmo poco del Monzambico e niente di Morrumbene.
don Piero Marchetti Brevi a Morrumbene
Eppure questa piccola cittadina di quel lontano paese, ci parla dell’altra faccia della condizione umana.
Noi, presi dai nostri piccoli e grandi problemi, molto spesso perdiamo di vista gli altri, quelli che sono al di là del muro.  Sono quelli i cui figli a scuola siedono per terra, perchè non ci sono neppure i soldi per comprare i banchi, che fanno chilometri a piedi per andare a scuola alle 6 e mezza di mattina.
Don Piero, dopo aver svolto il suo ministero di prete a Chiari dal 1992 al 2006, ha scelto di trasferirsi lì. Una bella sfida. Una sfida che comporta la messa in discussione di tutto, salvo le proprie intime convinzioni che nascono da un grande messaggio.
Io ho visto Don Piero a Chiari, in uno dei suoi rari ritorni. Era venuto a passare un breve periodo nella sua vecchia comunità e ha pensato bene di cogliere l’occasione offerta dalla Parrocchia e dal Centro Giovanile 2000, per raccontare la sua esperienza a Morrumbene. Ne ho già parlato in un precedente post (leggi qui).
don Piero a Chiari
Quello che mi ha sorpreso quella sera è stata la serenità e nello stesso tempo la determinazione di questa persona. Egli, che ha conosciuto le facce estreme della condizione umana, ci ha messo in guardia dal credere che un mondo sia migliore dell’altro. In entrambi l’uomo si trova ad affrontare i difficili problemi del vivere, pur se le condizioni e le prospettive sono diverse.
L’opera di don Piero, sembra aver coinvolto in modo serio Mario Angeli, persona che ha dedicato la sua vita alla scuola. Attraverso la sua attività di Dirigente Scolastico, la scuola Toscanini di Chiari ha raggiunto livelli di eccellenza. Da quando è in pensione è andato a trovare  don Piero più volte. La prima è stata per la consegna di 80 banchi alla scuola di quella lontana parrocchia, spesa finanziata con i soldi destinati al regalo che genitori e docenti dell'Istituto Toscanini volevano fare al prof. Angeli in occasione del suo pensionamento. 

Mario Angeli a Morrumbene - consegna dei nuovi banchi
Oggi, dopo un'ulteriore sua visita a Morrumbene, vuole realizzare  un “piccolo”  progetto: “100 banchi per Morrumbene”, che in quella realtà significa dare la possibilità a 600 bambini di frequentare  la scuola seduti su un banco e non per terra.
Per realizzarlo, ha inviato ai massimi rappresentanti della città, nonchè ai rappresentanti di istituti scolastici, associazioni, sindacati, giornali e blog (leggi qui), una lettera in cui si chiede la loro collaborazione per la diffusione dell’iniziativa.
Questo blog, come avvenuto in passato, aderisce con entusiasmo  e viva partecipazione a questa iniziativa.